Translate

venerdì 11 gennaio 2013

Sapori e Tradizioni della Sardegna: olive in salamoia

Abbiamo appena ultimato la raccolta delle olive, si fa una gran fatica ma poi il gustosissimo olio prodotto e le olive in salamoia ci ripagano di ogni fatica, la raccolta inizia verso ottobre e si protende anche fino febbraio- marzo. Abbiamo ereditato dai miei nonni circa 35 piante di olivo e  ogni anno è tradizione che ci rimbocchiamo le maniche e tra una risata e l'altra, un po di musica raccogliamo le olive!


Perfino la mia nonnina non ha perso il ritmo

Non so se sapete che ci sono le olive adatte alla produzione di olio extravergine e olive adatte anche per essere mangiate e servite in tavola. Noi abbiamo le une e le altre. Quelle che usiamo per questa deliziosa ricetta sono quelle quasi cotte, che hanno un colore nero, rossastro


Da un'antica ricetta tramandata dai miei nonni scegliamo le olive rossastre, grandi e belle  per farle in salamoia.
Ora passo per passo vi spiego il procedimento:

Bisogna prendere a una ad una le olive e inciderle, facendo 3 tagli con il coltello.
Mettere un pò di sale sulle olive e lasciarle in un recipiente per 3 giorni girandole ogni tanto durante il giorno.
Alla fine del terzo giorno ricoprire le olive di acqua bollente e 1/4 di aceto di vino bianco.
Il quarto giorno scolare il liquido dalle olive e ribollirlo e riversarlo sulle olive. Questo procedimento si fa per 3 giorni, alla fine del terzo giorno conviene assaggiare un'oliva, se risulta ancora molto amara o troppo salata,   aggiungere altra acqua bollente e lasciare per un'altro giorno. In tutto il processo dura 6-7 giorni.
Quando assaggiandole avvertite che l'amarognolo è diminuito, scolate e cospargetele di aglio e prezzemolo  tritato, un piccolissimo peperoncino e l'olio nuovo ricavato dalle olive.

Questi sono i risultati, non immaginate nemmeno la bontà di queste olive condite con l'olio appena ricavato dalla macinazione. Una delizia che vale la pena di provare.



A tavola vanno a ruba, miei figli  prima si mangiano le olive e poi l'olio lo mettono nelle bruschette.  Come potete notare per servire a tavola le olive ho usato la ciotola in foglia di palma  ECOBIO Shopping. Bellissima davvero e rende onore a questo antipasto sfizioso naturale.

Avete mai assaggiato le olive preparate in questo modo? Attendo le vostre impressioni, mi rendono sempre felicissima.

26 commenti:

  1. anche noi in calabria facciamo le olive in salamoia e sono buonissime

    RispondiElimina
  2. il tuo post è interesantissimo! che terra e prodotti meravigliosi!

    RispondiElimina
  3. brava brava....sai fare qste cose e lo dici solo ira????!!!!....alla prossima raccolta provero' anche io...t faro sapere;)

    RispondiElimina
  4. Questo post mi è piaciuto tantissimo e mi ha fatto scoprire uno scorcio di tradizioni che non conoscevo!
    Ma quanto è in gamba la tua nonna?!?! *_*
    Chissà che fatica raccogliere e lavorare le olive, ma il premio che ne deriva è impagabile! Come vorrei assaggiare una delle vostre olive!
    Bravissima tu e la tua famiglia!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati che si arrabbia se non la portiamo, le piace davvero troppo :) ma poi la natura è un antidepressivo naturale, amo sia la campagna sia il mare, hanno il potere di svuotarmi la mente e ricolmarmi il cuore di tanta pace :-)

      Elimina
  5. Bellissima la Sardegna...sono stata in vacanza ed ho dei ricordi indimenticabili!!!complimenti per il post...e fai tanti auguri alla nonna...è una donna straordinaria!!

    RispondiElimina
  6. mmmmmmmmmm
    che bontà
    xoxo mini nuni

    RispondiElimina
  7. mi è piaciuto leggere il tuo articolo e vedere le tue foto. Le tue olive sono sicuramente ottime. Il contenitore Ecobio è carinissimo.

    RispondiElimina
  8. bellissimo questo post!!!! certe tradizioni sono dure a morire....e per fortuna :-)

    RispondiElimina
  9. mamma come ti invidio..vorrei vivere anche io in mezzo alla natura come te..che delizia le tue olive presentate sulle foglie di palma sono più caratteristiche

    RispondiElimina
  10. Anch'io da piccola andavo a raccogliere le olive con i miei, ricordo la gran fatica che facevano ogni giorno, ma alla fine ricordo anche la grande soddisfazione che ottenevano portando a casa bottiglie di olio buono! Buono perchè la differenza si sente! Anche mio nonno faceva le olive in salamoia, se ne occupava lui personalmente e ne andava molto fiero, ora che non c'è più non abbiamo più il piacere di mangiare quelle squisite olive delle quali ricordo ancora il sapore solo chiudendo gli occhi. Abbiamo cercato tanto la ricetta "tradizionale", sono anni! Finalmente la trovo su questo blog, quella che sembra essere la vera ricetta delle olive in salamoia, senza aggiunta di schifezze varie! Ti ringrazio infinitamente di aver voluto condividere con noi tutto questo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si hai ragione, l'olio prodotto ha un gusto incomparabile, è ricercatissimo e vendutissimo. Sono felicissima che queste tradizioni siano anche in altri luoghi, bisogna riscoprire i valori della terra :-)

      Elimina
    2. Non posso che essere d'accordo con te! :)

      Elimina
  11. No purtroppo vita totalmente in città mi sarebbe piaciuto vivere di piu' a contatto con la natura e poter raccogliere le olive, ma grazie a questo post ho conosciuto una realtà molto bella fatta di amore e tradizioni per le cose semplici

    RispondiElimina
  12. mio padre cercava da tanto questa ricetta, abbiamo una piccola pianta che però ogni anno ci inonda di olive! Grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  13. immagino la fatica ma anche la soddisfazione di portare in tavola una cosa unica ... che bella ricetta mai fatte le olive così devo provare ... e ti farò sapere

    RispondiElimina
  14. Che forte la tua nonna, e che bello li in campagna in mezzo alle olive, grazie per questo scorcio della tua vita e della sardegna.
    Aspetto un boccale di olive :-)

    RispondiElimina
  15. anche i miei nonni raccoglievano le olive...questo post è stupendo pieno di poesia... Complimenti mi hai fatto tornare a quando ero piccola e in campagna a raccogliere le olive ci andavo anche io!!!

    RispondiElimina
  16. anche io da piccolina raccoglievo le olive, ma lo odiavooo...non piaceva mica...anche perchè noi non avevamo le reti...quindi finivano nel fango....ed era una cosa bleach raccogliere una ad una... nella sporcizia, ripurirle e poi mettere nel secchio..ma è anche vero che l'olio fatto in casa è la fine del mondo.

    RispondiElimina
  17. Anche a casa facciamo le olive, però le conserviamo senza niente per un'anno e vanno sempre a ruba tra i parenti ^_^

    RispondiElimina
  18. non sapevo che eri sarda
    anche ioooo

    le olive in salamoia che buoneeeeeeee

    RispondiElimina
  19. gnam!
    tua follower :)
    se ti va segui anche me :)

    hegles.blogspot.it

    RispondiElimina
  20. Vivendo al nord e non possedendo campi non mi è mai capitato di raccogliere le olive. Questa cosa ti resterà per sempre nel cuore ^.^

    RispondiElimina
  21. io le raccolgo nel mio giardino e ogni anno ho le mie belle olive in salamoia

    RispondiElimina
  22. buone non mancano mai nella mia dispensa , d'estate sono ottime nelle insalate!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...